Pita o Pane Arabo


Eccomi qui di nuovo…lo so è passato tanto tempo, ma nella mia vita ci sono stati dei cambiamenti significativi…mi sono sposata!! si si avete capito benissimo, io ed Ema alla fine abbiamo fatto il grande passo. Questo ha significato un pò di mesi di assenza dal blog, ma eccomi di nuovo pronta a continuare la mia avventura.

E come meglio iniziare se non con le mie solite cenette nelle domeniche calcistiche?

Questa volta ho preparato la Pita o pane arabo che dir si voglia. E’ stato molto più semplice del previsto, bisogna solo armarsi di tempo e voglia 🙂

Innanzitutto ho fatto sciogliere 8 gr di lievito di birra in 300gr di acqua tiepida. Ho messo in una ciotola 500gr di farina e piano piano ho iniziato a versare l’acqua amalgamando molto lentamente. (questo procedimento fatelo un pò per volta altrimenti vi si incolla tutto fra le mani).

Ho continuato a “lavorare” l’impasto sulla tavola di legno, mi raccomando non mettete troppa farina altrimenti l’impasto indurisce, sbattetelo un paio di volte sulla tavola e continuate ad amalgamare fino a che non otterrete una “palletta” bella elastica.

A questo punto dividete l’impasto in piccole palline, ben chiuse sotto, copritele con un canovaccio e lasciate lievitare in luogo asciutto e caldo per circa 30/40 minuti.

Passato il tempo di lievitazione ho steso le pite e le ho disposte su di una teglia con la carta forno (non più di due pite per volta, devono avere lo spazio per gonfiarsi) e messe al forno a 250° circa per almeno 15 minuti. Appena vedete che si gonfiano e sono dorate sono pronte!

Questa volta le ho farcite con shawarma di pollo e salsa humus già pronti, la prossima volta però ve li preparo io! 🙂

baci baci

Pane Bianco


Con il matrimonio è entrata in casa una nuova amica….LA MACCHINA DEL PANE!! Una Kenwood MD 250…ahahaha sono felice come una bambina piccola. Ormai sono settimane che tento e sforno….pan brioche, pane nero, etc…. Oggi però vi do le dosi per il pane bianco.

Ormai al supermercato vendono mille tipi di farine per macchina del pane, ma come dice mia cugina Mascia “con la classica fai tutto!”…sante parole direi, visto che con le altre i tentativi erano del tutto mollicci!!

Ho versato nella ciotola 500gr di pane bianco, 250 ml di acqua tiepida, 2 cucchiai di olio extra-vergine di oliva e 1 bustina di lievito secco di birra.

Ho impostato la mia macchina al programma 1 e dopo 3 ore ecco il risultato….

Lo so lo so lavoro e fatica poca, ma risultato eccellente!!! :))

baci baci

Gnocchi di Pesach agli asparagi


Finalmente ho tempo per scrivervi un’altra ricettina di Pasqua…..

A Pesach il vero problema son sempre i primi diciamocelo pure….ma questa volta cercando un pò qua ed un pò la ho trovato la ricetta per gli gnocchi preparati con le azzime tritate.

Anche per questa ricetta vi devo assolutamente dare le dosi altrimenti è un disastro!!! Lessate 2 kg di patate, sbucciatele e schiacciatele bene poi fatele raffreddare….mi raccomando non usate le patate calde altrimenti gli gnocchi non si impasteranno mai.

Mescolate le patate con 1 bicchiere di “farina” di azzime, aggiustate di sale e di pepe. Lavorate bene l’impasto e con le mani formate delle palline, non troppo grandi perchè di fatto questi gnocchi sono un pò pesantini…:D

Per quanto riguarda il sughetto ammetto che c’è stato lo zampino di mia mamma…la regina delle verdure!!!! Abbiamo tritato uno scalogno e l’abbiamo fatto rosolare in olio extravergine d’oliva. Nel frattempo abbiamo tagliato a dadini dei fantastici pomodori pendolini e li abbiamo messi a rosolare insieme allo scalogno. Una volta pronto il sugo abbiamo aggiunto gli asparagetti selvatici…mmmmmmmm deliziosi!!

Una volta cotti gli gnocchi li ho aggiunti al sugo et voilà!!

Baci baci

Panini di Pesach (di Chicca)


Anche quest’anno è arrivato e ormai passato pesach….e ormai da quando vivo con Ema mi son trovata in mezzo ad un fantastico periodo di gioie e dolori…si si avete capito bene DOLORI, perchè non venitemi a dire che pulire casa per filo e per segno per 1 mese di fila non sia un dolore…ma per fortuna la gioia è altrettanto grande….i colori delle tavole imbandite a festa, i profumi dei mille piatti preparati, ma soprattutto il fatto che il limite degli ingredienti non sia un limite alla fantasia…almeno per me!

Insomma pesach non può e non deve essere un limite alla nostra fantasia in cucina!!!

Così ho deciso di pubblicare un paio di ricette di quest’anno….per fortuna per il compleanno ho ricevuto in regalo un fantastico libro di ricette ebraico-tripoline, così per l’anno prossimo (se ancora il mio blog esisterà) avrò nuove idee!!!

Iniziamo dalla prima ricetta sperimentata per l’occasione…i panini di pesach….la ricetta me l’ha data Chicca quando stavamo a Londra.

Anche in questo caso come per i dolci vi devo dare le dosi giuste altrimente mi fate un casino 😀

Mettete a bollire 250gr di acqua con un cucchiaino di zucchero, 1 di sale e 125 gr di olio di semi. Togliete l’acqua dal fuoco ed aggiungete 250gr di mazzot tritate, girate per 3 minuti e lasciate riposare per 10.

Dopodiché rimettete la pentola sul fuoco ed aggiungete 4 uova (1 alla volta) mischiando velocemente. Create i panini con le mani e metteteli in forno per 40 minuti a 200°C.

Farciteli come volete…io quest’anno ho spalmato la base con hummus….deliziosi!!!

Baci a tutti 😀

Panna cotta ubriacona


Lo so, il nome della mia ricetta è già tutto un programma….ma capirete che ho combinato!!!

Domenica avevo a pranzo dei colleghi di Ema e come vi ho detto l’altro giorno ho il forno rotto, così mi sono lanciata nella preparazione del dolce al cucchiaio….e che meglio di una semplice panna cotta?

Non avendola mai preparata mi sono affidata alla mia Alba, e ho scovato una bella ricetta piemontese….non sono mica tipa da bustina CAMEO io!!

In realtà la ricetta è molto semplice, ma io sono riuscita a far ridere tutti lo stesso…ahahahahah

Ho preso 750 ml di panna da montare e l’ho messa a bollire con 100gr di zucchero bianco e 1 stecca di vaniglia. Ho lasciato bollire per 15 minuti girando continuamente con la frusta. Nel frattempo ho messo 3 fogli di colla di pesce a bagno in acqua fredda.

Passati i 15 minuti ho lasciato intiepidire la panna, così ho tolto la stecca di vaniglia, aggiunto la colla di pesce e 2 cucchiaini di rum…si si avete capito bene RUM!

Alla fine ho messo l’impasto nelle ciotoline e lasciato riposare in forno per ben 4 ore.

Ora vorrei precisare che la ricetta originale prevedeva ben 2 cucchiai di cognac….io ne ho messi 2 piccoli…ma nonostante questo quando abbiamo mangiato il dolce sembravano degli shottini al rum!! ahahah 😀

Vabbè scherzi a parte la panna cotta era deliziosa, ma la prossima volta non metterò il rum 🙂

Rollè di vittella


Cari nella mia cucina è avvenuto un piccolo disastro….mi si è rotto il forno!!! :0

Non ridete è una vera e propria tragedia…niente dolci, niente torte salate!!ah che dramma 😦

Tra l’altro avevo comprato un bel rollè di vitella da fare al forno con le patate ed ora avvicinandosi pesach lo dovevo mangiare e non sapevo come…ho cercato un pò tra i miei libri, ma quasi tutti continuano a suggerire la cottura al forno…vabbè la mia unica alternativa era solo quella di provare in pentola.

Così ho preparato un soffritto di sedano, carote e cipolla…ho fatto rosolare il rotolo da tutti i lati e ho chiuso il coperchio.

Ho aggiunto 1 bicchiere di vino rosso, 1 bicchiere di acqua, 1 dado, un pò di noce moscata e dell’uva passa. Ho messo lo spargifiamma e lasciato cucinare per  1 ora e mezza.

A fine cottura ho tagliato il rollè, ovviamente essendo troppo caldo mi si è rotto un pò tutto, ma ho rimesso i pezzi di carne nel fondo di cottura e violà la cena è pronta.

buona settimana a tutti!!!

Brick a sopresa


Cari eccomi di nuovo qui…..

L’altra sera, come al solito dopo una lunga giornata di lavoro, non avevo una gran fantasia nel cucinare, ma poi aperto il frigo ho visto la pasta brick e mi sono illuminata.

Per chi non la conoscesse la pasta brick è una sfoglia leggerissima generalmente utilizzata nella cucina araba e viene utilizzata sia per le ricette salate, che per le ricette dolci. Io l’ho usata nella versione salata…

Avevo delle verdure miste di stagione che mi aveva portato mia madre…le ho ripassate in padella con aglio e peperoncino, poi ho aggiunto della carne macinata, una spruzzata di vino bianco e ho lasciato appassire il tutto.

Alla fine ho aggiustato di sale e pepe e ho aggiunto un cucchiaino di cumino. Una volta pronto ho iniziato a preparare i rotolini.

Ho preso una sfoglia di pasta brick, disposto sulla parte alta di un lato della sfera un pò dell’impasto ed chiuso la parte più corta, poi ho chiuso i due lati ed ho arrotolato il tutto. Nel frattempo ho fatto scaldare abbondante olio di oliva in padella e ho fritto i rotolini.

Come contorno ho preparato della verza ripassata in padella con uvetta e pinoli.

bye bye 🙂