Fegatini di pollo


Cari un pò di tempo fa ho preparato un patè di fegatini di pollo da leccarsi i baffi…scusate la modestia, ma era davvero buono!!! ahahahah

Prima di tutto ho pulito molto bene il fegatino…purtroppo è una cosa un pò fastidiosa, vi consiglio di mettere in un pentolino dell’acqua con zenzero, cannella e chiodi di garofano…insomma tutti aromi che profumino tanto in modo da togliere la puzza del fegato crudo!
Una volta pronto il fegato ho messo in una pentola con il doppio fondo cipolla, sedano e carota tagliati grossolanamente a soffriggere in olio evo con l’aggiunta di una noce di margarina vegetale (io non posso usare il burro). Ho aggiunto il fegato e lasciato dorare un pochino, poi ho bagnato il tutto con 2 cucchiai di aceto di vino bianco, e lasciato sfumare per benino.
Una volta evaporato l’odore di aceto ho aggiunto 1 bicchierino di rhum ed allungato il tutto con 2 mestoli di brodo di pollo; ho aggiunto 1 cucchiaio e mezzo di concentrato di pomodoro, 1 cucchiaino di capperi, aggiustato di sale e pepe e lasciato cuocere a fuoco basso per un 40 minuti circa.

Durante la cottura sentite se è giusto di sale e di pepe e soprattutto se odora troppo di aceto, in tal caso lasciate cucinare ancora un pochino.

Come al solito si può sempre migliorare, ma come primo tentativo non mi posso proprio lamentare 😀

Sformato di funghi


In questo pomeriggio di diluvio universale mi son sentita improvvisamente ispirata in cucina…

Così ho deciso di darmi allo sformato di funghi e allo stracotto (è ancora sul fuoco…quindi vi scrivo tutto dopo cena :))

Per quanto riguarda lo sformato ho lessato le patate e le ho passate nello schiacciapatate raccogliendo il purè in una terrina.

Nel pomeriggio avevo comprato una confezione di funghi misti…li ho sciacquati e tagliati a dadini e messi a rosolare in padella con dell’olio extravergine di oliva, uno spicchio d’aglio in camicia e un peperoncino.

Una volta pronti ho unito i funghi al purè, al prezzemolo e ai tuorli d’uovo…..ho aggiustato di sale e pepe e nel frattempo ho montato a neve le chiare dell’uovo.

Per ultimo ho unito le chiare al composto…mi raccomando mescolate il tutto molto lentamente, con movimenti circolari dal centro verso l’esterno…mi raccomando è fondamentale altrimenti si smontano le chiare.

Ho messo il tutto in forno a 180°C per circa 40 minuti…et voilà il gioco è fatto!

Buon appetito a tutti 😀

Friselle avocado e tonno


Visto che domani ci aspetta un pranzo di quelli veramente “gnoranti” in quel di Rieti da Alessia (polenta, fettuccine etc), volevo fare una cenetta leggera, ma non credo di esserci riuscita visto che l’avocado è uno dei frutti più grassi della terra 🙂

La preparazione di questo piatto è veramente di una rapidità disarmante…..ho preso mezzo avocato, l’ho tagliato a cubetti e inserito nel minipimer insieme al tonno e alla salsa di soia…ho frullato il tutto et voilà….difficile vero?! 😉

Con l’altra metà dell’avocado ho preparato un’insalatina più leggera e fresca aggiungendolo a dei pomodori e ad un finocchio.

Purtroppo mi son dimenticata di fare la foto dell’insalata….sorry

Ho comunque deciso che riutilizzerò la salsa più per dei crostini che per le friselle…il sapore della frisella un pò copre quello della salsa 😀

Cestini di parmigiano con caponatina


Ieri sera per la cena ero veramente disperata….non avevo fatto la spesa!!!

Le uniche 3 cose che avevo in frigo erano 2 zucchine, 1 melanzana e del parmigiano…pensa che ti ripensa alla fine ho avuto quella che credevo essere l’IDEA della serata…perchè non rifare i cestini di parmigiano con la caponata che avevo imparato l’anno precedente in una lezione di cucina al Gambero Rosso?

Così tutta fiera di me mi metto all’opera…faccio saltare un pò di aglio in padella con dell’olio d’oliva, taglio a dadini melanzana e zucchine e bagno il tutto con un goccino di vino….a cottura ultimata aggiungo della salsa di pomodoro, uva passa, pinoli e aggiusto di sale.

Nella padellina accanto inizio a preparare i miei fantastici cestini di parmigiano….faccio scaldare la padella per benino, la cospargo di parmigiano e aspetto che si sciolga…quando la sfoglia di parmigiano è pronta la prendo dalla padella e la metto su di una tazza per darle forma….(vi consiglio di utilizzare almeno due bei fogli di carta scottex, A) perchè la sfoglia è grassa e B) perchè scotta)

Mentre aspetto che i miei cestini si raffreddino e che la caponata termini  la sua cottura preparo la mia cremina di formaggio (philadelphia e yougurt). Quando il tutto è freddo e cotto preparo i piatti…Ema è nella stanza accanto ormai ubriaco dall’odore…

Ho preparato due cestini a testa, uno con formaggio e uno no…PER FORTUNA!!! Ragazzi devo ammettere che questa volta ho mezzo fallito….era pesantissimo!!!

L’idea del cestino di parmigiano è molto carina, ma devo ammettere che dentro ci va messo qualcosa di più leggero…e poi il doppio sapore di formaggio (cestino e mousse)  è stato deletereo…ok ora mi ricordo perfettamente perchè in un anno non l’avevo mai cucinato…ahahahahah

Voi provate, magari sono io che ho sbagliato qualcosa…

Come sempre accetto suggerimento per poter riutilizzare i cestini!!!